PUNTOPACE-FORUM e COMMENTI.
. . .I messaggi possono essere anche personali.
Puoi chiedere le dispense
scrivendo QUI privatamente




COMMENTi:
Nell'abbandono non resta che il grido, un grido che non cessa di essere "invocazione". "Dio mio, Dio mio perché mi hai abbandonato?"
E' nella tragicità della vita, che anche noi uniti al solo grido di Gesù Cristo diciamo: "Dove sei Dio"! Forse tu potresti rispondere:"dove è l'uomo io sono"! Ma chi è l'uomo perché tu te ne possa ricordare? Esso non è che un mostro incomprensibile a se stesso.
E chi sei tu, oh Dio, perché ancora possiamo invocare il tuo nome? Forse perché sei l'uomo che si è consegnato al sacrificio, d'innanzi al quale non si può che coprire il volto e gridare: "Costui è veramente il figlio di Dio"; e fermi d'innanzi al mistero della croce, non perdere la speranza di sperare d'invocarti, ogni qualvolta un uomo viene ucciso "per la vanità del mondo".
E' una mia riflessione Prof.
Le auguro una serena Pasqua, e che il Signore la illumini sempre di più ad essere stimolo, per noi giovani, per "comprendere Dio".

Admin reply: Buona Pasqua anche te, carissimo e a tutti coloro che leggono! La domanda "DOVE SEI O DIO" è paradossalmente confinante con l'altra, che di fronte alla violenza sempre si affaccia: "DOVE SEI UOMO?". Nella presentazione di Gesù come "ecce home" ho colto anch'io la risposta alle due domande, ormai unica domanda: ECCO QUI DIO E L'UOMO UNITI NELLA SOFFERENZA, MA è SICURO: LA SORTE DI ENTRAMBI é LA GLORIA. DIO E L'UOMO CONGIUNTI QUESTA NOTTE di PASQUA E SEMPRE NELLA VITTORIA DELLA VITA SULLA MORTE E DELL'AMORE SULL'ODIO.
Grazie del messaggio, originariamente avuto in FB. A presto, per parlare ancora di queste domande e di tutte quelle che grondano dalla nostra storia personale e collettiva ..... :) :) :) :)


Added: April 23, 2011
Delete this entry Reply to entry View IP address




COMMENTi:
Carissimo Don Gianni, prendo spunto dalle battute conclusive con cui introduce la locandina di domenica prossima, per riflettere sul senso di questo tempo Santo che per noi cristiani inizierà domani con la celebrazione della domenica delle Palme e si concluderà con la Pasqua. Leggendo le sue parole mi è venuto subito di collegarle al sacrificio del giornalista Vittorio Arrigoni, barbaramente ucciso ieri in Palestina. Era un attivista per i diritti umani, aveva scritto un libro intitolato "Restiamo umani" che, peraltro era lo slogan con cui firmava gli articoli e i reportage con cui documentava le stragi dei palestinesi perpetrate, sia dai soldati israeliani e sia dai fondamentalsisti islamici, contro quel popolo. La sua "passione" per l'umanità, indipendentemente dalle appartenenze e dalle bandiere, è stata così forte da divenire motivo della sua "passione/sacrificio fino al dono della vita". Lui ha avuto il coraggio di "stare" lì, a testimoniare al mondo intero le atrocità di cui è capace un'altra parte dell'umanità; è rimasto lì, accanto a quella gente crocifissa, crocifisso anche lui fino alla fine. La sua morte non è silenzio, è grido di speranza e di vita nel giorno di Pasqua... che «rotola armoniosamente nella mano di Dio» (H. Illesum).
Il mio augurio: sarà Pasqua se avremo anche noi il coraggio di restare umani, sotto le nostre croci quotidiane.
Con stima Anna

Admin reply: Grazie, ANNA, sottoscrivo con convinzione, con fede e con commozione quanto tu riporti qui sopra. Ieri mattina, mi ero espresso in questo senso, alla notizia della morte di chi con la vita ha testimoniato e di quanti testimoniano che un mondo più umano è possibile, anche se per il loro funerale non si scomoderanno - probabilmente - né cappellani militari, né i politici ad esaltare come fanno sempre i cosiddetti peace-maker armati ... Tra quelli che però lo sono con le armi e quelli che invece lo sono senza, come Vittorio, c'è una bella differenza, ma almeno noi cristiani ce ne accorgiamo? Buona Pasqua! Pubblico anche in facebook il tuo intervento dove molti hanno reagito come te. Buona settimana santa!


Added: April 16, 2011
Delete this entry Reply to entry View IP address




COMMENTi:
Carissimo DG intanto grazie della locandina sempre gradita e puntuale. E ciò che mi incita per tutta la settimana, accompagna i miei pensieri e mi aiuta a riflettere. Grazie anche per l'augurio all'ingresso Quaresimale. Spero con tutto il cuore di essere capace in questa banalità di vita quotidiana, di entrare in questo deserto e trasformarlo in un giardino dove vincere le tentazioni. Ci vuole molto impegno, lo so a camminare verso una Pasqua dove non raffreddare le relazioni, ma cercare un dialogo profondo. Io spero molto che il Signore mio Amico mi accompagni in questo percorso, spero che mi aiuti ad orientarmi e che mi dìa la forza di ascoltare il cuore per vivere una Quaresima più luminosa. Un saluto a tutti.

Admin reply: Grazie, RL, e saluti a M. e a tutti voi! Io credo che davvero c'è bisogno di impegno e di presenza fattiva dovunque ci troviamo. Di presenza discreta e piena d'amore. Tanto più che gli eventi tragici non mancano a ricordarci quanto sia precaria la nostra vita personale e quella collettiva. Buona settimana!


Added: March 13, 2011
Delete this entry Reply to entry View IP address




COMMENTi:
Carissimo don Gianni, intanto da oggi faccio parte anch'io dei sottoscrittori della petizione a favore della liberazione della Libia. Se è necessario che delle persone si mobilitino per sensibilizzare la politica nazionale e internazionale sui problemi di altri popoli, allora sono orgogliosa di aver risposto al suo invito, anche perchè quelle situazioni riguardano tutti. Sembra una strana coincidenza che proprio mentre i libici stanno combattendo contro la tirannìa per la libertà, noi italiani stiamo celebrando oggi il 150° anniversario dell'Unità d'Italia che è sinonimo di libertà e democrazia. Le immagini terribili che scorrono sui teleschermi mi fanno ripenssare e un po' immaginare tutto quello che 150 anni fà hanno vissuto i giovani che hanno contribuito a realizzare l'unità del nostro Paese. Mi auguro che ragioni di umanità motivino l'attenzione del mondo con aiuti fattivi, al di là dei puri interessi economici o strategici. Passando alla locandina, mi ha profondamente colpita la preghiera che accompagna la riflessione sulle letture di questa ottava domenica del T.O.. Il vissuto affettivo molto personale che fa da trama al testo mette in evidenza una verità che non ha bisogno di costruzioni teologiche per tentare di dire chi sia Dio. Dio non è solo padre, è anche madre. E' Tutto lì, in quell'abbraccio che è calore, sicurezza,rifugio, amore impareggiabile, forza e sostegno vitale e inesauribile, certezza che non serva altro, perchè tutto ciò di cui si ha bisogno è là tra quelle braccia. Queste riflessioni mi hanno fatto ripensare a uno splendido libro/meditazione che ho letto qualche anno fà. L'autore è Henri Nouwen, il libro si intitola "L'abbraccio benedicente. Meditazione sul ritorno del figlio prodigo" (edito da Queriniana), il tema è proprio la paternità/maternità di Dio. Lo spunto è dato da un incantevole dipinto di Rembrandt che ritrae il Padre della parabola di Lc 15,11-32, mentre abbraccia il figlio che è appena tornato a casa. Le mani che si posano sulle spalle del figlio sono rispettivamente di una donna e l'altra di uomo...
Cordiali saluti Anna

Admin reply: Grazie Anna, del tuo intervento! Molto vero quello che dici. A presto! DG


Added: February 27, 2011
Delete this entry Reply to entry View IP address




COMMENTi:
Ciao a tutti voi di puntopace, oggi Gesù ci dice che siamo sale della terra e luce del mondo, e allora proviamo a non seguirLo a stento,e diamoci la possibilità d'incontrarlo, perchè solo la sua amicizia è il sale che dà sapore alla vita e la luce che la illumina. E cerchiamo di risplendere davanti agli altri con il nostro modo di agire e di fare. Perchè solo così possiamo trovare ogni giorno nuova gioia e nuova forza.
Un saluto.


Added: February 6, 2011
Delete this entry Reply to entry View IP address




COMMENTi:
Carissimo Don Giovanni,
un saluto e un grazie per la preziosa locandina che anche oggi si dimostra sempre più preziosa: ci fa meditare e pregare sulla Parola con lo spirito di semplicità e verità che si respira a Tortora.
Quel "dolce paesello" mi manca proprio,insieme alla gente calorosa e ospitale, che con la loro semplicità mi hanno fatto sentire accolto e valorizzato.
Oggi Gesù,chiamandoci luce del mondo,ci fa un eccezionale complimento e ci valorizza enormemente.
Il nostro cuore palpitante sia in comunione nell'amore di Dio e del prossimo.
Ciao a tutti!
Il vostro affezionato Mimmo.

Admin reply: Grazie, Mimmo!
Quando siedi a suonare l'organo, pensa che stai anche pregando e ci ritroverai e noi ti ritroveremo. Auguri di ogni bene!


Added: February 6, 2011
Delete this entry Reply to entry View IP address




COMMENTi:
Carissimo don Gianni, ho appena finito di leggere/riflettere sulla locandina di domenica prossima e di getto mi viene da pensare quanto segue. Intanto, la preghiera è stupenda... Credo che senza la tensione per la ricerca non ci possa essere neanche la vita e questo vale ancor di più per la ricerca di Dio che altro non è che la ricerca di Senso e del Senso...
Sono convinta che l'annuncio di felicità che Gesù propone ai poveri, ai miti, agli afflitti, ecc.., si rivolga all'uomo in quanto tale che è cercato e amato da Dio per la sua dignità di essere umano. Non credo che Dio ami la povertà, l'ingiustizia, il dolore in quanto tali, ma voglia dire agli uomini che in questa condizione è Lui che asciuga le lacrime, è Lui che dona pace, è Lui che realizza la giustizia e la misericordia. Il senso delle beatitudini lo intravedo in un Dio che dice all'uomo: "Io sono con te! Fino alla fine. Non temere!".

Admin reply: Grazie e buona continuazione di ricerca! DG :)


Added: January 30, 2011
Delete this entry Reply to entry View IP address




COMMENTi:
Un saluto a tutti voi di puntopace, grzie a DG possso dirvi il mio pensiero, è questa settimana nella locandina si legge: "Sento che si uccide ancora in nome di Dio". Ed allora bisogna davvero "cercare il Signore" ed entrare nella conversione delle beatitudini, perchè sono quelle le promesse che si compiono nel momento in cui non ti metti a cercare le presunte felicità del mondo, ma scegli di vivere nella mitezza, nella giustizia, nel dialogo e nella pace. Questo dovrebbe essere il progetto dell'uomo nuovo. Mettiamocela tutta!!!

Admin reply: Grande Rosalinda, come sempre! Purtroppo ho una brutta notizia. Per chi tra voi, cari amici frequentanti le Sarre, lo ha conosciuto, perché è stato per un certo periodo qui con noi, c'è da dirvi che ieri abbiamo celebrato il funerale di Franco Chiappetta. Dopo la fase della sua malattia psicologica, ha sofferto di un tumore al cervello, da cui cui sembrava essere stato liberato in un primo tempo.... Ma il male si è ripresentato. Con grande serenità d'animo e preparandosi spiritualmente, consapevolmente, è passato all'altra vita, nella quale credeva fermamente, giovedì scorso 27 gennaio.
Addio, Franco! Ora siamo noi ad aver bisogno di te. Prega per noi e accompagnaci da lassù!


Added: January 30, 2011
Delete this entry Reply to entry View IP address




COMMENTi:
caro Giovanni,
il testo da te commentato questa domenica è stato la nostra lettura al matrimonio! Quindi mi ha fatto piacere leggere anche i tuoi pensieri a proposito.
Preferisco però leggerli in italiano anziché in tedesco: le tue righe sembrano un canto, stavolta ancor più del solito, e in tedesco purtroppo non è così. (Ma non voglio dire con ciò che fosse impossibile renderlo! Purtroppo non ho tempo per proporti di fare io stessa il tentativo, ma mi dispiace.)
Tanti saluti,
Christina

Admin reply: Cara Christina,
grazie della "risonanza" spirituale e letteraria! Il testo delle beatitudini effettivamente è proposto anche per il rito del matrimonio, ma io credo che sia la "magna charta" della vita cristiana in quanto tale.Sì, l'italiano dovrebbe suonare effettivamente meglio almeno da parte mia. :) Traduco anche in tedesco per mantenermi in allenamento e per i diversi amici che non comprendono l'italiano né scrivono in italiano come te. Chi fa l'ultima supervisione del testo tradotto - spesso è Hermann-Josef, che qui di nuovo saluto e ringrazio - ha un compito difficile, perché non fa lui la traduzione, ma si limita a controllare la mia, affinché 1) sia comprensibile; 2) non sia sgrammaticata né abbia errori sintattici. Qualcuno ha detto che "l'uomo è lo stile". Ciascuno di noi ha il suo stile anche letterario e magari musicalmente più riuscito ... Ma ciò non può valere evidentemente per più lingue, almeno non per me...
Comunque grazie! Scrivi ancora, magari direttamente, se vuoi al sito PUNTOPACE:NET (>http://www.puntopace.net/gbook17/gbook.php> (l'intervento sarà così leggibile per tutti), appena hai qualche suggerimento o reazione a caldo, o, appunto, una tua "risonanza" o "consonanza" (sei una musicista). Un saluto anche a Leandro e al resto della famiglia! Conservo un bel ricordo della mia visita a Nidda. Ciao, Giovanni PS. Ho messo il tuo intervento nel sito indicato e così la risposta, perché sono sicuro che non hai nulla in contrario, trattandosi di di una condivisione di carattere generale importante e di suggerimenti migliorativi. Ciao!


Added: January 30, 2011
Delete this entry Reply to entry View IP address




COMMENTi:
Auguri!!!!! Buone Feste e Felice Anno Nuovo 2011 a tutti.
Preghiamo per la Pace nel Mondo.

Admin reply: CARISSIMI VISITATORI E AMICI DEL NOSTRO SITO,
AUGURI DI UN SERENO E GIOIOSO NATALE!
Inoltre: BUONE FESTE E BUON NUOVO ANNO!
Don Giovanni, don Benjamin e don Jay-Prakash :) :)


Added: December 7, 2010
Delete this entry Reply to entry View IP address
Powered by PHP Guestbook 1.7 from PHP Scripts
 
« First ‹ Prev 6 7 8 9 10 11 12 Last »